Accadde oggi, 16 Settembre 1893: Corsa alla terra dell’Oklahoma, i coloni corrono in gara per accaparrarsi la terra

migliore del Cherokee Outlet!

gli americani capaci di tutto! E’ come se fossero ex-Europei che hanno perso certi freni inibitori, avessero cancellato il passato, una parte della loro cultura e, approdati su quelle terre sconfinate avessero elaborato un nuovo modo di pensare, di vedere le cose, di elaborarle con la fantasia!

Il successo di tutto questo, ha fatto sì che gli attuali “padroni” del mondo, pensassero tutto in grande e…insomma ci spiazzano, noi Europei in decadenza, rimasti su questo piccolo continente sempre più vecchio e svilito…Tanto che: o avevano ragione Benigni e Troisi in “Non ci resta che piangere” quando finiti nel passato, per “fermare” l’americanizzazione del mondo, vogliono impedire la partenza di Colombo! o tanto valeva adottare il Dollaro come moneta “europea” e aggiungere qualche stella ala loro nutrita bandiera!

Siamo così abituati al loro oltrepassare ogni misura, forse per staccarsi dal misurato e ordinato vivere dei loro progenitori inglesi, che non distinguiamo più tra realtà e film: dal momento che la pellicola è la loro arte maggiore e di quest’arte, oggi confluita nel mare magnum di Internet (anche questa una loro creazione!) ne hanno davvero invaso il mondo!

Così credevamo che le corse con carri, cavalli per aggiudicarsi l’assegnazione di un terreno, fosse una trovata filmica, un’invenzione hollywoodiana che ha fatto del Far West, vista la quantità di rappresentazioni e d’invadenza, qualcosa di assai più importante della filosofia greca o dell’Impero Romano!

Invece no! Quella di decidere chi è proprietario di un terreno o di un appezzamento, con una corsa sfrenata di carri e cavalieri, avveniva veramente!

La corsa più celebre, si svolse il 16 settembre 1893 ed ebbe come traguardo la terra dell’Oklahoma, uno stato federato del centro-sud degli USA che ha dato il nome ad una pistola della nostra infanzia e forse anche ad un trenino! Il nome invece derivava dagli indigeni e stava a significare: terre delle persone rosse”. E lo fu veramente dato che gli yankees vi crearono il più grande territorio indiano, rifiutandosi però di farne un vero stato federato a maggioranza pellerossa!

Intanto i “bianchi” si accaparravano la terra già “rossa” con un gioco che in Europa forse avrebbero inventato e giocato solo i ragazzi! quando, andiamo a memoria, arrivano su una piazzola e dicono: “questa è casa mia! Ci mangio, ci dormo…ci faccio quello che voglio!”.

Questa era invece realtà. E molti vi giocarono futuro e anche la vita!

Fu una gara senza precedenti, per conquistare un appezzamento in una nuova terra ancora vergine.

La terra fu suddivisa in 42.000 poderi, disponibili alla prima persona che vi avesse messo piede.

Da tutti gli Stati Uniti giunsero circa 100.000 persone!

I confini di quello noto anche come “Cherokee Outlet”, con oltre 6,5 milioni di acri (26.000 km²) di terreno a disposizione! furono protetti da soldati dell’esercito statunitense, fino a quando la corsa avrebbe avuto inizio. A mezzogiorno preciso del 16 settembre 1893, un colpo di cannone diede il segnale di partenza! Fu la più grande corsa per la terra nella storia degli Stati Uniti e del mondo!

Vi fu anche il fenomeno dei Sooners (i più veloci, per presa di giro!) che nottetempo si erano nascosti nei ruscelli, nei fossi, in anfratti e che giunsero prima, più presto nell’assegnazione! Il contenzioso, alla faccia della lentezza dei tribunali italiani, è continuato in alcuni casi per tutto il XX° secolo!

Un film, “Cuori ribelli”, interpretato da Tom Cruise e Nicole Kidman si è ispirato a tale evento storico, rappresentandolo in modo spettacolare, con stereotipi e retorica fortemente hollywoodiani.

L’evento è citato anche in un albo speciale di Tex, Oklahoma!, uscito nel 1991, con testi di Giancarlo Berardi e disegni di Guglielmo Letteri.

La corsa è anche il tema centrale di una storia nella serie di fumetti belga Lucky Luke.

Ma se quella del 1893, fu la “corsa” più importante, alte ve n’erano state:

l’Oklahoma Land Rush del 1889 era stata la prima corsa terra nelle terre non assegnate . La corsa era iniziato a mezzogiorno del 22 aprile, 1889, con una stima di 50.000 persone in linea per il loro pezzo di terra tra due milioni di acri (8.000 km ²) a disposizione.

Altre corse si tennero nel 1891 e 92.

di daniele vanni di lucca canale 89

Share