ABUSIVISMO COMMERCIALE E CONTRAFFAZIONE ALL’ORDINE DEL GIORNO DEL COMITATO PROVINCIALE PER L’ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA

 

Si è tenuta giovedì 14 giugno in Prefettura una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto Maria Laura Simonetti, con all’ordine del giorno la prevenzione e il contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione.

All’incontro, convocato nell’imminenza della stagione estiva (quando i fenomeni assumono dimensioni particolarmente significative), hanno partecipato i vertici delle Forze di Polizia e della Capitaneria di Porto di Viareggio, i Sindaci dei Comuni della Versilia accompagnati dai Comandanti delle rispettive Polizie locali nonché i rappresentanti delle Associazioni dei Balneari, di Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti e Confederazione Nazionale Artigianato.

Nel corso della riunione è stato evidenziato come abusivismo e contraffazione siano stati già oggetto di particolare attenzione in occasione delle passate stagioni estive. Erano stati infatti pianificati ed effettuati appositi interventi di prevenzione che hanno prodotto positivi risultati, essendo stati svolti accertamenti sulla “filiera” che alimenta i venditori ambulanti, con mirate attività di indagine su magazzini, trasporti e fornitori, anche in applicazione del Protocollo d’intesa per la lotta alla contraffazione e all’abusivismo firmato presso la Prefettura in data 7 luglio 2016.

E’ stato sottolineato come i risultati raggiunti siano ascrivibili alla stretta collaborazione tra le forze dell’Ordine e le Polizie locali, da tempo esistente sul territorio provinciale.

E’ stato quindi concordato di proseguire le attività di contrasto con le modalità già collaudate, con particolare attenzione alla prevenzione e intercettazione a monte della distribuzione della merce contraffatta, e di intensificare l’attività info-investigativa, atteso che, per l’intensa attività dissuasivo-repressiva predisposta, si sono sviluppate nuove metodologie sia di rifornimento che di vendita.

I servizi si svolgeranno anche con l’ausilio delle unità di rinforzo assegnate dal Ministero dell’Interno, per il periodo estivo, alla provincia di Lucca (72 unità tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza).

Durante la riunione è stato posto l’accento anche sull’importanza, nell’ambito della  prevenzione in generale, dell’opera di sensibilizzazione dei consumatori da parte delle Associazioni di categoria, che devono farsi promotrici di una corretta informazione sui rischi, anche per la salute pubblica, derivanti dall’uso di prodotti contraffatti specie nel settore alimentare e in quello della cura della persona.

Share