A PIEVE E SANT’ANDREA DI COMPITO HA INIZIO IL PRIMO FESTIVAL DELLE COOPERATIVE DI COMUNITA’ DELLA TOSCANA (9-11 settembre).TANTI EVENTI ‘EXTRA FESTIVAL’:CORSO PER INTRECCIARE CESTI, ESCURSIONI E IL MERCATINO DELLE AUTOPRODUZIONI

Il primo Festival delle cooperative di comunità della Toscana prenderà il via con Giovanni Lindo Ferretti, ex cantante dei Cccp e Csi. A Pieve e Sant’Andrea di Compito, infatti, domani (venerdì 9 settembre) inizia la tre giorni dedicata a questo modello d’innovazione economica e sociale che si misura con la dimensione territoriale dei borghi e delle aree interne. A chiudere la prima giornata (ore 21, palco del Centro Culturale Compitese) sarà proprio Giovanni Lindo Ferretti, che da tempo è tornato a vivere a Cerreto Alpi. Non molto tempo fa, durante un suo intervento alla Scuola delle cooperative di comunità, disse che “una cooperativa di comunità può essere una prospettiva grandiosa, soprattutto se si lavora in un luogo così piccolo che è impossibile non scontrarsi con la realtà e affrontarla”. Il tema dell’incontro, aperto a tutti, è proprio una conseguenza di questa dichiarazione: “La fatica dei luoghi. Custodire nella trasformazione”. Al suo fianco ci saranno anche Giovanni Teneggi (Confcooperative Habitat, esperto e narratore di cooperative di comunità) ed Erika Farina della cooperativa Briganti di Cerreto (tra le prime cooperative di comunità nate dopo l’esperienza del Teatro povero di Monticchiello, che sarà presente al Festival sabato 10 settembre).Il Festival è organizzato dal Centro Culturale Compitese nell’ambito del progetto “Cooperando” promosso da Regione Toscana, in collaborazione con il Comune di Capannori e la rete regionale delle cooperative “Borghi futuri”.

La prima giornata sarà aperta alle ore 15.30 dal tavolo istituzionale cui parteciperanno Leonardo Marras (assessore Regione Toscana), Simone Gheri (direttore Anci Toscana), Luca Menesini (sindaco di Capannori), Marcello Bertocchini (presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca), Augusto Orsi (presidente Centro Culturale Compitese), Massimo Miniati (presidente rete “Borghi Futuri”), Maurizio Meucci (presidente Comunità del bosco del Monte Pisano) e Federico Martinelli (Osservatorio locale del paesaggio Lucchese). A seguire la rete toscana delle cooperative di comunità della Toscana presenterà i progetti di rete e le modalità di partecipazione da parte dei territori e di tutte le cooperative interessate (ore 17). Introdurrà l’incontro Francesco Cecchetti, assessore alla cultura del Comune di Capannori. Infine, alle 21, appuntamento con Giovanni Lindo Ferretti.

Sabato 10 e domenica 11 settembre, oltre al programma culturale consultabile sul sito camelielucchesia.it (tutti gli appuntamenti sono aperti e a ingresso libero), si svolgeranno anche eventi “Extra Festival”. Si comincia con la scoperta degli antichi mestieri e con un corso intensivo sull’intreccio dei cesti (sabato e domenica con orario 9-13 e 15-17; costo di 60 euro, pasti compresi; per iscriversi chiamare il numero 0583 977188 o scrivere a centroculturalecompitese@gmail.com). Sempre sabato e domenica, a partire dalle 9, dal Centro Culturale partiranno due escursioni: una, più breve, a Colle Lungo (45 minuti); l’altra seguirà il percorso ad anello Sassabodda-Ruota-Pieve di Compito (3 ore). Anche in questo caso è necessario prenotarsi. La partecipazione è gratuita. Domenica 11 settembre, a partire dalle 14.30, il parco del Centro Culturale Compitese ospiterà il mercatino delle autoproduzioni artigianali.

Share