A piedi da Lucca a Vorno lungo la Via degli Acquedotti

La necessità di dotare Lucca di un grande acquedotto per rifornire la città di acqua di buona qualità, fu affrontata fin dagli inizi del Settecento. I lavori di costruzione dell’acquedotto, realizzato per volontà di Maria Luisa di Borbone grazie al regio architetto Lorenzo Nottolini, iniziarono nel 1823 e, interrotti più volte, terminarono nel 1851.

Questa bella escursione parte dalla Stazione Ferroviaria di Lucca per poi dirigersi verso il tempietto-cisterna di San Concordio dove qui giungeva a cavallo di 459 archi, l’acqua sorgiva dal vicino Monte Pisano. Saliremo lungo la Serra Vespaiata (costruzione che riuniva le acque del Rio San Quirico e del Rio di Valle) chiamata “Alle parole d’oro” ed attraversando quest’area ci porteremo, inoltrandoci nel bosco, fino alla Gallonzora dove dall’alto potremo godere del bel panorama. L’itinerario quindi ci porterà a Vorno grazioso paese di fondovalle da sempre legato all’acqua. 

Categoria: Escursioni
Durata totale: mezza giornata sabato 18 novembre
Difficoltà: ( E ) itinerario escursionistico (medio-facile)
Sviluppo percorso: lineare
Dislivello massimo: 214 m
Tempo totale di percorrenza: 2 ore e 30 minuti (di cammino escluse le soste)
Partecipanti: minimo 5 massimo 25

Ritrovo: Ore 9:30 presso la Stazione Ferroviaria di Lucca ingresso principale in Piazzale B. Ricasoli. L’arrivo a Vorno è previsto indicativamente entro le ore 12:30.
Info e iscrizioni: Guida GAE Michele Colombini cell. 347 5870026 (solo telefonate NO info per SMS o WhatsApp), iscrizione obbligatoria online http://goo.gl/KZrGoX

Contributo richiesto: 10,00 € (comprendente accompagnamento con guida GAE), 6,00 € Soci FIE – ERA, bambini e ragazzi fino a 16 anni e Studenti Universitari.

Il rientro alla Stazione di Lucca può essere effettuato con pulman linea E18 con partenza da Vorno alle ore 12:45, 13:41, 14:45, 16:39 si prega di premunirsi di biglietto. Per chi vuole soffermarsi a Vorno è possibile pranzare a “il Rio di Vorno”.

Share