A Pescia le domande per i contributi per gli affitti vanno presentate entro il 25 novembre 2021
 
Grossi “Aumenta il contributo regionale, una dimostrazione di attenzione e apprezzamento per il nostro lavoro”
 
 
Da lunedì prossimo sarà possibile presentare la domanda per partecipare al bando emesso dal comune di Pescia per l’assegnazione di contributi per gli affitti. Una graduatoria, quella che scaturirà, che verrà compilata secondo una serie di elementi, fra i quali anche le conseguenze dell’emergenza sanitaria,  con una significativa novità dell’allargamento della platea dei possibili beneficiari per i nuclei famigliari che hanno subito una riduzione del reddito a causa della pandemia .
A questo fondo, la cui dotazione proviene dalla regione Toscana e per Pescia prevede 20mila euro in più dello scorso anno, raggiungendo quota 71mila euro, possono partecipare i cittadini in possesso di determinati requisiti, come la residenza a Pescia, la titolarità di un contratto di locazione a uso abitativo, non avere abitazioni in Italia o all’estero, un valore Ise non superiore a 28727, 25 euro, con aumento fino a 35mila euro per i nuclei che hanno avuto una riduzione del reddito per l’emergenza sanitaria. Per verificare le tante altre condizioni più specifiche, gli interessati possono leggere il bando integrale che è caricato sul sito istituzionale del comune www.comune.pescia.pt.it nella sezione nuove notizie.
La base sulla quale verrà elaborata la graduatoria si riferisce essenzialmente ai parametri Isee e prevede due scaglioni : un reddito da 0 a 13405 euro (fascia A) e da 13405,09 a 28727,25 (fascia B). Le domande vanno presentate entro il 25 novembre 2021. I contributi sono calcolati in base all’incidenza del canone annuo che va per la fascia A ad un massimo di 3100 euro e per la fascia B ad un massimo di 2325 euro, con vari parametri che entrano in gioco e che gli interessati devono controllare sul bando stesso.

Share