/

A Pescaglia la volontà sulla donazione di organi e tessuti si potrà esprimere anche in Comune

◙ Da oggi (4 marzo) la volontà sulla donazione di organi e tessuti si potrà esprimere anche in Comune

– Al momento di rinnovare la propria carta d’identità, ai cittadini maggiorenni sarà infatti data l’opportunità di firmare un modulo per esprimere il consenso o il diniego, che poi sarà trasmesso al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute.
– Questo è possibile grazie al progetto “Una scelta in Comune” promosso da Regione Toscana in collaborazione con Anci Toscana, Federsanità Anci, Centro Nazionale Trapianti e Aido, che Pescaglia mette in atto tra i primi Municipi in provincia di Lucca grazie anche al supporto del partner tecnologico Kibernetes.
– “Abbiamo raggiunto un altro obiettivo importante del nostro percorso di riconoscimento dei diritti dei cittadini, che già ha visto l’approvazione dei registri di raccolta dei testamenti biologici e delle unioni civili – spiega il sindaco, Andrea Bonfanti -. Con questa scelta da un lato vogliamo sensibilizzare la cittadinanza a compiere una riflessione in piena coscienza che, se positiva, può servire a salvare la vita del prossimo. Dall’altra intendiamo rendere più semplici le pratiche burocratiche necessarie per esprimere la propria volontà, mettendo a disposizione i nostri uffici comunali, che quindi arricchiscono l’offerta dei servizi alla popolazione”.
– Al momento di rinnovare la carta d’identità, gli operatori dei servizi anagrafici daranno tutte le informazioni necessarie ai cittadini. Accanto a questo, l’amministrazione comunale ha dato avvio a una campagna informativa mediante la distribuzione sul territorio di borchure.
– La legge garantisce la libertà di scelta sulla donazione. E’ possibile dare il consenso o il diniego alla donazione e modificare in qualunque momento la propria volontà. Fa fede l’ultima espressione resa in ordine temporale. Tre sono le possibili scelte per il cittadino: sottoscrivere la dichiarazione di volontà positiva, alla quale i familiari non possono opporsi; sottoscrivere la volontà negativa per non consentire il prelievo di organi; non esprimersi, consentendo la donazione solo se i familiari non si oppongono.
– Per informazioni: ufficio anagrafe 05833540211, www.regione.toscana.it/ott, www.aido.it

 

Share