A Natale puoi… fare regali Slow Food tanto buoni, puliti e giusti!

Non potevamo di certo farvi gli auguri senza prima avervi dato qualche consiglio slow per le feste natalizie. E siamo contentissimi di riportarvi le proposte delle associazioni Slow Food sul territorio.

Ma prima, ci preme anche dirci ancora una volta che i regali migliori sono quelli che fanno bene al Pianeta. Evitiamo quindi gli sprechi e diciamo no ai tanti oggetti da scartare: preferiamo gesti e momenti da condividere insieme alle persone più care.

Facciamo sì che questo Natale diventi l’occasione per celebrare – e custodire – la biodiversità agroalimentare, per promuovere un cibo etico e sostenibile e per valorizzare la storia e le tradizioni che ciascuna comunità eredita, di generazione in generazione. Perché la cosa più importante, ce lo ricorda un anno in cui è stato difficile farlo, è festeggiare insieme. E diciamolo, tutto diventa ancor più buono se è anche pulito e giusto!

Vediamo alcune proposte Slow per questo Natale 2021

Torna il Sacco Buono, un sostegno ai piccoli produttori dei Presìdi Slow Food

Dopo il successo dello scorso anno, Slow Food Roma torna con l’iniziativa il Sacco buono, un percorso buono, pulito e giusto che racchiude il frutto del lavoro di piccoli produttori che ogni giorno si impegnano a custodire le nostre tradizioni gastronomiche. Grazie a loro, quest’anno nel Sacco Buono troviamo non solo specialità laziali, ma anche eccellenze che provengono da Abruzzo, Marche, Puglia, Basilicata e Sicilia.

Natale 2021 con Slow Food

Ai Presìdi Slow Food del Lazio come la susianella di Viterbo e la fagiolina di Arsoli, si aggiungono il pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto, la lenticchia di Villalba, le chips di peperone di Senise, la pasta di grano solina dell’Appennino abruzzese, il lonzino di fico dei Castelli di Jesi media Vallesina, il pallone di Gravina… e tante altre prelibatezze slow!

Per ordinare il Sacco Buono basta compilare il modulo che trovi QUI, c’è tempo fino al 17 dicembre! Si potrà ricevere il proprio Sacco Buono con consegna a casa oppure ritirandolo presso la sede di Slow Food a Roma, in via Petrarca 3.

Buono, pulito e giusto: a ogni aggettivo il suo pacco natalizio

Natale 2021 con Slow FoodPer questo Natale la Condotta Slow Food del Fermano propone diverse combinazioni ricche di cibo, cultura, amore per il territorio e attenzione per la sostenibilità ambientale.

Due tipologie di pacco Buono (piccolo), due tipologie di pacco Pulito (medio) e un pacco Giusto (grande).

All’interno troviamo i prodotti tipici marchigiani come i maccheroncini Igp e la confettura extra di mela rosa dei Sibillini, i Presìdi Slow Food come la cipolla rossa piatta di Pedaso, presente in tutte le combinazioni, e, in base alla tipologia di pacco scelto, alcune proposte della redazione di Slow Food Editore, tra cui L’orto in cucina. 760 piatti di verdure e legumi, e l’Almanacco Slow Food da cui potete prendere spunto per le ricette dei vostri menù natalizi.

Per le prenotazioni vi invitiamo a contattare il fiduciario Paolo Concetti 331 5922270

Panierino, Paniere e Grande Paniere: i cesti natalizi di Slow Food Orvieto

Attenta alla sostenibilità e alla coerenza etica, la Condotta di Slow Food Orvieto propone un paniere di doni natalizi per raccontarvi un territorio ricco di biodiversità e permettervi di viverlo intensamente a partire dal cibo.

Decorati dai disegni degli alunni delle scuole di Orvieto che partecipano al progetto Orto in Condotta, i panieri raccolgono i prodotti di agricoltori nuovi e contadini di tradizione.

Tra questi, il Presidio Slow Food di Orvieto, il fagiolo secondo del Piano, umile e prezioso, per secoli considerato ‘l’oro bianco del fiume Paglia’. Troverete poi vari accostamenti che comprendono olio Evo, grano duro Senatore Cappelli, frutta secca, salumi nostrani e i vini delle aziende del territorio. Prodotti, ma anche storie, che insieme danno vita a un racconto scritto con passione e impegno.

I panieri sono di tre ‘misure’- panierino, paniere e grande paniere- ognuna proposta in tre combinazioni diverse. Si possono ordinare entro domenica 19 dicembre via email all’indirizzo: orvieto@network.slowfood.it oppure tramite messaggio WhatsApp al numero di Anna Rita: 347 2904668 indicando numero, lettera e contributo previsto per il paniere scelto.

Per informazioni: Alessandra Cannistrà fiduciario – 328 7515616 cannistralessandra@gmail.com Anna Rita Mortini tesoriere – 347 2904668 annarita.mortini@gmail.com Alessandra Rabitti referente rete produttori – 3387015317 alessandra@ilsecondoaltopiano.com

Vestire buono, pulito e giusto? Con Lana al pascolo si può

Nata nel piccolo borgo di Molina di Fumane, in provincia di Verona, la bottega e laboratorio artigianale Lana al pascolo di Cristina Ferrarini è un bellissimo esempio di moda sostenibile.

Allevatrice di alpaca e di pecora di razza brogna, Presidio Slow Food, Cristina utilizza quest’ultima, particolarmente pregiata per le sue caratteristiche di finezza ed elasticità, per creare filati tinti naturalmente, accessori, maglieria, feltro, prodotti per la notte e materiali fai da te.

Amore per il territorio e cura degli animali. Questo alla base del progetto di allevamento da cui si è sviluppata la bottega di Lana al pascolo, dove ogni passo delle lavorazioni artigianali è curato nei minimi dettagli: dal filo, che viene lavorato con l’arcolaio per creare la matassa, alla tintura naturale, realizzata tramite le piante tintoree coltivate nell’orto adiacente ai pascoli, fino ad arrivare alla trama, affidata all’esperienza di magliaie locali con le quali Cristina condivide un rapporto di collaborazione e continuo scambio.

La scelta di utilizzare una materia prima come la lana autoctona permette inoltre di recuperare una risorsa altrimenti abbandonata nei pascoli e considerata un rifiuto speciale che, grazie alle creazioni di Lana al pascolo, può essere trasformata in un regalo di Natale davvero unico nel suo genere.

A dicembre Lana al pascolo vi aspetta a Molina di Fumane tutti i giorni, dalle 11 alle 18.30.

Ma trovate i prodotti anche nel nuovo shop online su https://lanaalpascolo.adunmetro.it/

Per maggiori informazioni: info@lanaalpascolo.it

Leggere a Natale: le novità di Slow Food Editore

Con Slow Food Editore a dicembre le spese di spedizione sono gratuite!

Oltre ai libri pensati ad hoc per il periodo natalizio come I dolci delle feste, c’è l’opportunità di scegliere all’interno di un’ampia selezione tra le nuove guide Slow Food, Slow Wine 2022 e Osterie d’Italia 2022, la collezione dei Tascabili, i Ricettari, i manuali Slow, la Scuola di Cucina Slow Food e gli e-book.

Vai su slowfoodeditore.it e iscriviti alla newsletter per ricevere subito il tuo buono sconto.

Regaliamoci o regaliamo una tessera Slow Food

Ultimo, ma non meno importante, per questo Natale puoi entrare a far parte della rete Slow Food!

Ridai valore al cibo, rispetta chi lo produce, prenditi cura del Pianeta.

Diventare socio Slow Food ti permette di essere informato su eventi e iniziative organizzate dall’Associazione (nel luogo in cui vivi e in tutto il mondo), di entrare in relazione con altre persone che condividono l’idea di un cibo buono, pulito e giusto per tutti, di saperne di più sul sistema alimentare e di fare scelte quotidiane consapevoli e responsabili.

Con la tua iscrizione potrai anche usare Slow Food in Tasca, la WebApp che raccoglie centinaia di indirizzi e consigli per mangiare, bere e fare una spesa slow!

Unisciti a noi e contribuisci a cambiare il sistema alimentare per disegnare un futuro migliore.

A cura di Elena Coccia
e.coccia@slowfood.it

Share