A LEZIONE CON I PROFESSORI E I RICERCATORI DELLA SCUOLA IMT

IMT Vallisneri_2

Al “Vallisneri” per il progetto “Alternanza Scuola – Lavoro”

Primo dei tre appuntamenti di maggio

Professori e ricercatori della Scuola IMT Alti Studi Lucca tra i banchi del liceo per

aiutare i ragazzi a orientarsi nel mondo accademico e del lavoro, grazie alla

collaborazione tra la Scuola e il Liceo “A. Vallisneri” sul progetto “Alternanza

scuola-lavoro”.

Nell’ottica di rafforzare la cooperazione con il territorio, la Scuola ha aderito con

entusiasmo al progetto che offre agli studenti delle scuole superiori la possibilità di

approfondire le materie di studio portate avanti a IMT e di entrare in contatto con le

ricerche all’avanguardia svolte nelle aule e nei laboratori della Scuola.

Il primo incontro si è tenuto martedì. Un centinaio i ragazzi che hanno seguito con

grande attenzione il professor Massimo Riccaboni e il ricercatore Walter

Quattrociocchi. Il primo, economista a capo dell’Unità LIME, ha catturato

l’attenzione degli studenti parlando delle differenze tra le reazioni umane e quelle

dei computer in ambito economico e di come queste differenze possano incidere sui

sistemi finanziari. Quattrociocchi, invece, ha parlato delle sue ricerche su una

questione di grande interesse per i ragazzi, quella delle bufale che si diffondono via

Internet. Le ricerche di Quattrociocchi hanno aperto nuovi orizzonti di studio su un

fenomeno in costante crescita e mutazione.

Gli incontri tra docenti e ricercatori della Scuola IMT e gli studenti del Vallisneri

proseguiranno nelle prossime settimane. Martedì 17 maggio, Marco Paggi,

professore di Scienza delle Costruzioni, e Dario Piga, ricercatore, spiegheranno agli

studenti dell’indirizzo Scienze Applicate che cos’è la meccanica dei materiali e come

le ricerche sui materiali portate avanti nei laboratori della Scuola possano influenzare

in maniera significativa la vita quotidiana. Martedì 24 maggio, sarà la volta del

direttore della Scuola IMT, Pietro Pietrini, e della ricercatrice Linda Bertelli, che,

partendo dalle emozioni suscitate negli spettatori dalle immagini cinematografiche,

condurranno gli studenti dell’indirizzo linguistico attraverso un vero e proprio viaggio

nel cervello alla ricerca della mente.

Share