dog-335394_1920

La prima settimana di febbraio a Gallicano si chiude con un’ordinanza che sancisce multe fino a 480 euro per chi non raccoglie gli escrementi del proprio animale a quattro zampe. Vietato anche lasciare liberi di vagare senza guinzaglio i cani.

“I cittadini sono tenuti alla conservazione del decoro dei luoghi aperti al pubblico, che devono essere mantenuti costantemente puliti”. Si cambia, dunque. Basta tolleranza con chi sporca il centro storico, le piazze, i giardini, o le aree private. Lo ha stabilito il sindaco di Gallicano David Saisi con un’ordinanza entrata in vigore lo scorso 5 febbraio.

La delibera mira a evitare episodi di degrado, salvaguardare l’incolumità e la sicurezza dei pedoni e garantire una maggiore igiene pubblica. Una misura ritenuta necessaria perché il numero di persone che possiedono animali da compagnia sembra essere in crescita.

I cittadini, quindi, saranno obbligati a possedere ed esibire uno strumento di raccolta o un idoneo contenitore per gli escrementi, costituito da sacchetto in polietilene o contenitore a perdere a prova di tenuta d’acqua.  I cani non potranno essere lasciati liberi di vagare senza il guinzaglio; e i padroni, o chi tiene in custodia l’animale, dovranno premurarsi di rimuovere immediatamente gli escrementi e pulire il suolo pubblico.

Ai trasgressori della ordinanza saranno erogate multe salate. Infatti, chi lascerà il cane incustodito, imbratterà il suolo pubblico o non esibirà l’attrezzatura per la raccolta delle deiezioni rischierà dagli 80,00 alle 480,00 euro di multa.

Share