OLTREPASSARE’: A CAPANNORI DAL 1 AL 3 GIUGNO C’E IL FESTIVAL DELL’INTERCULTURA

Ad Artè e Artèmisia conferenze, spettacoli e concerti. Nel centro di Capannori ‘La cittadella delle terre e dei popoli’ con mercatini, laboratori

Dal 1 al 3 giugno Capannori ospiterà ‘Oltrepassare’ il Festival dell’intercultura. Un’edizione del tutto rinnovata rispetto alla manifestazione degli anni passati sia per quanto riguarda i contenuti sia per i luoghi che la ospitano. Il Festival promosso dal Comune in collaborazione con Osservatorio per la Pace, Provincia, Fondazione Banca Del Monte di Lucca, cooperativa Odissea cooperativa Itaca e Istituto Comprensivo ‘C. Piaggia’ di Capannori si articolerà tra il polo culturale Artémisia a Tassignano e il teatro Artè a Capannori coinvolgendo anche il centro della frazione capoluogo e in particolare via Carlo Piaggia e alcuni spazi della scuola primaria di Capannori con la creazione di una ‘Cittadella delle terre e dei popoli’.

Eventi clou del programma della ‘tre giorni’ dedicata alla conoscenza delle culture e delle tradizioni dei vari popoli e ad uno scambio di saperi, saranno un seminario SPRAR sulle politiche migratorie in programma mercoledì 1 giugno ad Artémisia, lo spettacolo teatrale dell’artista senegalese Mohamed Ba, che si terrà ad Artè lo stesso giorno alle 21, laconferenza con Don Armando Zappolini, presidente della Federazione Toscana del CNCA (coordinamento nazionale delle comunità di accoglienza) in programma giovedì 2 giugno alle 18 ad Arté, cui seguirà alle 21 il concerto della Med Free Orkestra .

Il cuore del Festival sarà giovedì 2 giugno quando via Carlo Piaggia, chiusa al traffico, si animerà con la ‘Cittadella delle terre e dei popoli’ grazie ai mercatini di artigianato locale ed etnico ed ai laboratori per grandi e piccini che si terranno dalle 16 fino al tramonto. Gli adulti potranno mettersi in gioco sui temi dell’intercultura, in particolare con il laboratorio di Mohamed Ba, mentre i bambini potranno dare sfogo alla propria creatività portando a casa il frutto del proprio lavoro e divertirsi con gli Scout e Ludobus.

Nello spazio ‘Associando’ dedicato al Forum delle associazioni chiunque potrà trovare informazioni relative al mondo del volontariato. La strada si animerà di cultura, cibo, arte, creatività, divertimento, accoglienza ed integrazione.

Durante la giornata sarà allestita ad Artè la mostra del concorso fotografico promosso dall’Osservatorio per la pace, la cui premiazione avverrà alle 21 ad Artè.

‘Oltrepassare’ vuole essere un momento in cui le varie culture presenti a Capannori si incontrano per conoscersi meglio con l’obiettivo di favorire così uno scambio di conoscenze e tradizioni al fine di costruire una comunità più coesa – afferma l’assessore alle politiche sociali, Ilaria Carmassi -. Una pluralità di culture non è un limite o un problema, bensì una ricchezza da cogliere. Questo il messaggio che vogliamo lanciare con il festival attraverso il teatro, la musica, il gioco, il cibo. In una ‘tre giorni’ che sarà una festa per tutta la collettività. La manifestazione, alla quale auspico partecipino tante persone, offrirà anche l’importante occasione per una riflessione sulle attuali politiche migratorie e i temi dell’accoglienza’.

Il programma completo:

Mercoledì 1 giugno: Polo Culturale Artemisia Tassignano, ore 18 “Le politiche migratorie europee: tra muri ed accoglienza” relatrice Francesca Zampagni, ricercatrice sui temi della mobilità e dell’asilo dell’Università di Pisa; Arté ore 21 spettacolo teatrale ‘Il riscatto dalla Savana al Municipio’ di Mohamed Ba. Mohamed Ba attore e reggista senegalese ci invita a cogliere l’occasione che ci offre la povertà per un riscatto, per una vera rilettura del nostro essere niente afatto impermeabili alle contaminazioni. Il sogno diventa realtà ed il migrante diventa sindaco. E se succedesse?

Giovedì 2 giugno Via Carlo Piaggia Capannori e spazi scuola primaria “La Cittadella delle terre e dei popoli”. Ore 16 Associando’- Spazio espositivo dedicato al Forum delle Associazioni. Mercatini di artigianato locale ed etnico. Laboratori per grandi e piccini nel giardino e nella palestra della scuola primaria: laboratorio teatrale per adulti “Uno… Due… Cento!!!” dalle 16 alle 18 a cura di Empatheatre La Compagnia dei Salvastorie; “Artebambini”: ‘Saremo alberi’- Ci sono carte d’identità speciali, che possono accomunare tutti i popoli…basta avere a disposizione una corda da srotolare, un albero da pensare, e piccoli grandi bisogni da ascoltare -; ‘Ritratti in monotipo’- solo apparentemente siamo tutti uguali, sono le sfumature a renderci unici! Un laboratorio con un unico colore per poi scoprire le nostre diversità. Solo nero, solo bianco per innumerevoli ritratti -; ‘La vita in un barattolo’ (per adulti e bambini) i partecipanti devono portare un barattolo con coperchio, a cura del Comune di Capannori; ‘Lancia palle creative (per bambini) per realizzare il poster della manifestazione, a cura del Comune di Capannori; ‘Ludobus’ (per bambini) giochi da tavola giganti all’aperto;’Scout’, giochi all’aperto per i bambini;’Laboratorio di cartapesta per creare un totem multiculturale a cura del CarnevalMarlia; Laboratorio Tutor (e)’ Oltre ! riservato ai giovani del Progetto Tutor 2015/2016 a cura di Chiara Ferroni ; lettura animata con il Teatrino Kamiscibai del libro dell’iraniano Fuad Aziz “Il mio colore” e laboratorio “Il Colore dei sogni” per bambini da 4 a 8 anni a cura della Biblioteca comunale ‘Ungaretti’; Laboratorio teatrale per adulti con Mohamed Ba dalle 16 alle 18 “Io plurimo – Chi sono e perché – Chi sono gli altri – Noi visti dagli altri – Gli altri visti da noi”.

Ore 16 Artè Consegna degli attestati alle donne che hanno partecipato ai corsi di Italiano e ai giovani del Progetto Tutor 2015/2016. Sfilata con costumi tradizionali a cura dell’Associazione Odissea; ore 18 Artè conferenza “Restare umani” di Don Armando Zappolini; ore 20.15 Cena etnica (cous cous con verdure e hummus) offerta dall’Amministrazione comunale: ore 21 Artè Premiazione del Contest fotografico ‘Uno scatto per la pace’ a cura dell’Osservatorio della Pace; ore 21.30 Artè Med Free Orkestra in concerto. Cinque paesi, tre continenti e cinque lingue diverse. La Med Free Orkestra è un’ ensemble multietnica composta da sedici musicisti provenienti da varie aree del sud del mondo.Dopo “Pensiero Mediterraneo”, album di debutto pubblicato agli inizi del 2013, e “Background”, arriva “Tonnosubito”, l’attesissimo terzo album della Med Free Orkestra, in cui l’anima degli esordi prevalentemente devota alla world music dal sapore mediterraneo sbarca, dopo già i primi accenni nel secondo disco Background, in un world pop, dove brani tutti originali raccontano il nostro mondo, prevalentemente in italiano, senza negare incursioni in inglese, dialetti del sud Italia, portoghese e senegalese, a rimarcare la provenienza delle varie voci dell’orchestra.

Venerdì 3 Giugno al ‘Prodotto non conforme’ in via vecchia Pesciatina a Lunata Smash Hip Hop Poin1 Live & Show e Concerto African Beat Dj Lastdon Feat. Ice Kid.

 

Share