800 milioni di euro per progetti ambientalidissestoidrogeologico

 

 

Tale è la somma che  Ministero dell’Economia e delle Finanze riceverà dalla Banca Europea degli Investimenti per finanziare progetti di tutela ambientale e di messa in sicurezza del territorio (con particolare riguardo al rafforzamento degli argini in aree soggette a rischio di esondazione, al rifacimento delle aree golenali e delle casse di espansione, nonché agli interventi di prevenzione nei riguardi dell’erosione fluviale e costiera). Si stima che il denaro potrà attivare oltre centocinquanta progetti, ciascuno dei quali verrà attuato sotto l’attenta supervisione del Ministero dell’Ambiente.

Secondo il Ministro Gian Luca Galletti “l’accordo raggiunto fra il Ministero dell’Economia e la Banca Europea degli Investimenti è un grande risultato che rafforza la sfida della messa in sicurezza del territorio lanciata dal governo. Allo stesso tempo, inoltre, esorta il prossimo Esecutivo a proseguire questo lavoro. Il Ministero dell’Ambiente, assieme a ItaliaSicura, ha interpretato il contrasto al dissesto idrogeologico con una forte discontinuità rispetto a un passato di insufficiente programmazione, burocrazia soffocante, soldi spesi male o rimasti nei cassetti. Lo abbiamo fatto in concordia con le istituzioni locali e le parti sociali, attraverso un Piano strategico a cui questo finanziamento farà fare ulteriori passi avanti.”

La prima tranche del credito, pari a 400 milioni di euro, è già stata erogata, mentre la parte restante dovrebbe venire sottoscritta entro i primi mesi del 2018.

Share