Oltre 50 studenti forestali da Atenei di tutta Italia per un ricco programma di approfondimenti ed esperienze sulla gestione agroforestale in due aree protette così vicine e diverse

S

tanno arrivando in queste ore in Garfagnana oltre 50 studenti forestali provenienti da numerosi Atenei italiani – Torino, Padova, Firenze, Viterbo, Nuoro, Napoli, Reggio Calabria – per partecipare alle quattro giornate formative dell’Associazione Universitaria Studenti Forestali di Torino tra Alpi Apuane e Appennino Tosco Emiliano. Per il periodo 30 aprile – 3 maggio 2015,  L’AUSF di Torino ha infatti organizzato, con il patrocinio dell’Unione Comuni Garfagnana e altre istituzioni del territorio, presso i territori del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e del Parco Regionale delle Alpi Apuane, un raduno che vedrà coinvolti studenti di Scienze Forestali e Ambientali provenienti dagli Atenei italiani dove l’Associazione è attiva. La scelta di organizzare il raduno in Toscana è una diretta conseguenza della partecipazione studentesca, grazie ad AUSF Italia, a II Congresso Internazionale di Selvicoltura, tenutosi a Firenze tra il 26 e il 29 Novembre scorso.
volantino-finale

Proprio in tale occasione, alcuni studenti Forestali dell’Ateneo Fiorentino, hanno deciso di far rinascere con l’appoggio di AUSF Italia la sede AUSF Firenze, per cui l’invito a partecipare si rivolge principalmente a loro. E l’Unione Comuni Garfagnana, con le proprie strutture, da sempre è molto attiva con progetti specifici e molto presente in tema di gestione agroforestale multifunzionale nelle aree protette che ricadono nel proprio territorio di competenza, nell’interpretare il bosco non solo come risorsa produttiva ma anche elemento di tutela di biodiversità, paesaggio e soprattutto funzione didattico-educativa. Per questo le visite al Vivaio Forestale di Camporgiano, il bosco da seme di cerro, il Giardino Botanico “Maria Ansaldi” alla Pania di Corfino si presentano come le esperienze più significative dell’iniziativa.

LE GIORNATE SEGUIRANNO IL SEGUENTE PROGRAMMA

  • 30 aprile: arrivo in serata, sistemazione e cena presso il “Rifugio Città di Massa” a Pian della Fioba (MS)
  • 1 maggio: Giornata in Apuane 
    Mattino:
    -visita all’Orto Botanico “Pietro Pellegrini”, dove, oltre alla visita, potremo fare considerazioni sull’importanza della conservazione di specie animali, vegetali e rispettivi habitat all’interno delle aree protette
    -Pranzo al sacco
    Pomeriggio:
    -escursione ad anello con guida in zona Monte Altissimo dove si prenderà visione di problematiche di gestione legate a: castagneti abbandonati, terrazzamenti ed ex coltivi invasi da arbusti e specie pioniere arboree, rimboschimenti di conifere degradati e cave di marmo.
    -Rientro al Rifugio, cena, assemblea/conferenza.
  • 2 maggio: Giornata in Appennino
    Mattino:
    -visita al Vivaio Forestale di Camporgiano
    -visita a un bosco da seme di cerro;
    -Pranzo al sacco
    Pomeriggio:
    -visita all’Orto Botanico “Pania di Corfino”;
    -visita al Centro della Riserva dell’Orecchiella;
    -visita al castagneto di Prato Maleta con Ivo Poli (Presidente Associazione Nazionale “Città del Castagno”).
    -Rientro al Rifugio, cena, (assemblea/conferenza).
  • 3 maggio: Giornata in Apuane
    Mattino:
    -Visita all’Azienda Agricola “Il Castello” di Retignano.
    -Pranzo al sacco
    Pomeriggio:
    -eventuale dibattito e saluti

Per ulteriori informazioni scrivere a: ausf.torino2@gmail.com

testata

 

 

 

Share