24° anniversario dell’alluvione in Versilia: il programma

 

Domani 19 giugno sarà il giorno della commemorazione e del ricordo per ricordare l’alluvione del 19 giugno 1996, giorno in cui 24 anni fa il territorio della Versilia fu devastato dalle acque,, causando vittime nel Paese di Cardoso, e diffusi danni nel territorio di Stazzema,  Seravezza, Forte dei Marmi e Pietrasanta Furono migliaia le famiglie travolte da quell’evento che lentamente cercarono di tornare alla normalità. Le celebrazioni terranno conto delle limitazioni imposte dalla attuale emergenza sanitaria.  

Alle ore 10,00 l’Amministrazione di Pietrasanta deporrà presso la Scuola Primaria Alessio Ricci in località “Pollino” una corona a ricordo del bambino scomparso nell’alluvione.

Alle ore 12,00 in contemporanea sui profili social e sui siti internet istituzionali verrà trasmesso un messaggio di ricordo del Capo del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile Angelo Borrelli. 

Nella parte alta del Paese di Cardoso alle ore 13,45 il parroco Don Simone Benelli alla presenza delle autorità del Comune di Stazzema darà la benedizione al monumento che ricorda le vittime.

Alle 18,30 si terrà un rosario nella Chiesa di Santa Maria Assunta di Cardoso. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alle ore 18,45 da Cinquale alla foce del Fiume Versilia partirà la staffetta della memoria in collaborazione con l’Atletica Pietrasanta che si fermerà in Località La Rotta (19,30) a Pietrasanta dove il fiume Versilia ruppe gli argini e a Marzocchino presso Cortile Scuola Primaria per una deposizione corona di alloro di fronte alla lapide che ricorda Valeria Guidi, una delle vittime dell’alluvione (ore 19,55). La staffetta effettuerà un cambio a Seravezza in Piazza Carducci (ore 20,30), quindi, a Ruosina presso il cippo inaugurato per il ventennale (ore 21,00), per arrivare alle 21,20 a Pontestazzemese. Non si svolgerà quest’anno la fiaccolata fino al paese di Cardoso e neppure la messa di suffragio che sarà svolta domenica 21 giugno. La ciclopedalata Viareggio Cardoso organizzata dall’associazione Nazionale Vigili del Fuoco è stata rinviata al prossimo anno..

“Abbiamo ritenuto doveroso comunque, svolgere un ricordo delle vittime, ma anche di coloro che consentirono alla nostra Versilia di rialzare la testa”, commenta l’Amministrazione Comunale di Stazzema, “È importante che la memoria di ciò che è accaduto non vada perduta perché la strada per la messa in sicurezza del nostro territorio non è conclusa e bisogna ancora lavorare, investendo anche nella prevenzione”.

 

 

Stazzema, 18 giugno 2020  

Share