2021, anno di svolta per le politiche green?

 

di Claudio Vastano

 

E’ quanto sostengono voci autorevoli del panorama politico italiano ed europeo. Fra gli altri, l’ambasciatrice Mariangela Zappia, che in occasione del briefing del segretario generale Antonio Gutierrez sui preparativi per il vertice di Glasgow, ha dichiarato: “Il 2021 sarà un anno cruciale per il futuro del pianeta.

 

Le azioni che gli stati intraprenderanno collettivamente nei prossimi mesi incideranno fortemente sulla risposta globale al cambiamento climatico, sulla crisi della biodiversità e sul ritmo della transizione verde. L’Italia è pienamente impegnata su questo fronte sia come presidente del G20 che nel quadro della partnership con il Regno Unito per la Cop26.

 

Stiamo portando avanti consultazioni serrate con tutti i partner internazionali per far sì che la pre-Cop26 di Milano prepari il terreno per un cambio di passo a Glasgow.”

E ancora Zappia dichiara: “L’approccio italiano mira a coinvolgere in maniera attiva tutti gli attori, a partire dai giovani. Con l’inviata Onu per la Gioventù abbiamo appena lanciato il bando per selezionare i ragazzi che parteciperanno all’evento Youth for Climate: Driving ambition.”

Share