1) Una rapida presentazione del candidato Sindaco/a e della Lista

Per rispondere a questa domanda preferisco partire dalla composizione della nostra lista, perché ritengo che il gruppo di persone che abbiamo aggregato attorno alle idee del nostro programma sia di pari importanza alla figura del candidato sindaco. Nel nostro gruppo abbiamo un mix di individualità che coniugano esperienza e novità, competenze derivanti dai vari percorsi scolastici, o maturate negli ambiti lavorativi. Alcuni membri hanno avuto importanti esperienze in precedenti consigli comunali e giunte municipali e potranno guidare coloro che per la prima volta si affacciano al mondo dell’amministrazione locale verso decisioni sagge e in linea con gli obiettivi dati. Per quanto mi riguarda, già nella precedente tornata elettorale presi parte al gruppo di lavoro di Alternativa e Costituzione; stavolta mi è stato chiesto di ricoprire il ruolo di candidato sindaco ed ho accettato con entusiasmo. Ho 34 anni ed ho una formazione tecnica che deriva dalla laurea in Scienze geologiche che ho conseguito nel 2012 a Pisa con 110/110. Attualmente esercito la libera professione come geologo e sono felice nel fare questa professione che ricopre un ruolo sempre più centrale nel mondo di oggi nella prevenzione al dissesto idrogeologico, problema ben noto anche a Fosciandora. Ho molti interessi oltre alla mia professione: gioco a calcio, mi piace cucinare, coltivo l’orto di casa, vado spesso a donare il sangue e come vedete mi interesso anche alle tematiche che coinvolgono la mia comunità.

2) Quali sono i punti principali del programma?

Il primo punto del programma è quello di garantire alla nostra gente un senso di comunità ed unione, che nel tempo rischiava di andare perduto. Abbiamo combattuto ( vincendo ) contro la proposta di fusione che ci avrebbe ad oggi fatto divenire Comune di Appennino in Garfagnana e crediamo che difendere Fosciandora dai tentativi sommari e poco convinti di fusione sia un dovere. Il resto del programma è improntato sul dare una possibilità di sviluppo al nostro territorio. Fosciandora è un comune a spiccata vocazione turistica, è una piccola perla nel nostro appennino, apprezzata da una tipologia di vacanzieri che cercano qua il contatto con la natura collegandolo al folklore della nostra popolazione. Un punto fondamentale dunque sarà quello di sponsorizzare questo tipo di turismo ecosostenibile, utilizzando anche i mezzi digitali che sono ad oggi un mezzo efficientissimo per raggiungere questo scopo. Tema collegato al precedente è sicuramente la valorizzazione di iniziative sociali e culturali. Oltre a garantire il nostro impegno per lo svolgimento delle feste paesane, che si sono dimostrate valide attrazioni sul nostro comune, ci proponiamo di implementare l’utilizzo di alcuni spazi comunali, ad esempio la sala Vladimiro Zucchi a Migliano per proporre iniziative di tipo culturale che coinvolgano e interessino tutte le fasce di età della nostra popolazione. Per quanto riguarda i lavori pubblici ovviamente dovremo garantire la lotta al dissesto idrogeologico, dovremo adoperarci affinché la viabilità del nostro comune abbia la giusta manutenzione e dovremo cercare di superare le barriere architettoniche che limitano l’utilizzo degli uffici al pubblico nell’area di Migliano. Purtroppo scriverei ancora molto ma rischio di proporre l’intero programma in un intervista che invece ricerca i punti salienti, ma per noi ognuno di questi punti è un obbiettivo importantissimo.

3) Lista Civica senza partiti di riferimento o Lista Civica con partito/i parte integrante?

La nostra lista è una lista civica di sinistra, unisce diverse anime e diversi modi di intendere ed intraprendere la politica. Abbiamo persone che si affacciano per la prima volta a questo mondo ed individualità che militano in specifici partiti. Per quanto mi riguarda sono ad oggi in enorme difficoltà nel cercare di capire dove far confluire il mio voto alle elezioni europee, in quanto non mi sento coinvolto da nessun partito politico.

4) Parli del turismo nel suo territorio comunale

In parte già nella precedente risposta ho fornito una chiave di lettura in merito a questo argomento. Il turismo è un settore vitale per l’economia e lo sviluppo. Fosciandora ha sul territorio delle strutture ricettive che ospitano ogni anno turisti sia italiani sia stranieri che cercano di trascorrere giorni tranquilli di relax immersi nella natura ma anche alla ricerca di attività sul territorio. Dobbiamo lavorare affinché il turista sia a conoscenza delle cose che possono essere fatte e visitate qua in Garfagnana.

5) Cosa pensa di fare per la salvaguardia del suo territorio (compreso l’agricoltura)?

Riteniamo utile promuovere ulteriormente il rilancio delle attività agricole, legate a coltivazioni anche tradizionali e di qualità. La promozione del marchio Garfagnana ha consentito di dare anche maggior valore alle produzioni agro alimentari del territorio (vedi farro, viti, formentone, castagne, etc), rendendo possibile un certo ritorno alla agricoltura. Nei prossimi anni sarà utile un’operazione complessiva per restituire valore all’attività del contadino; valore non solo dal punto di vista economico, ma anche sociale. Il contadino, inteso in senso largo comprendendo anche l’allevatore ed il boscaiolo, finora era relegato quasi in fondo alla scala sociale. Oggi il ruolo del contadino deve recuperare dignità, come attore fondamentale per produzioni alimentari sane e di qualità, custode di colture tradizionali legate al territorio, ma anche soggetto che con il suo duro lavoro contribuisce alla lotta contro il dissesto idrogeologico.

6) Avete, come Lista, una posizione ufficiale sulla questione del progetto di un Pirogassificatore presentato da KME Italy S.p.a. Di Fornaci di Barga?

Mi sono permesso di omettere questo punto dalla risposta relativa al nostro programma proprio perché merita di essere trattato a parte per dargli maggior risalto. La nostra posizione è chiara e non modificabile. Riteniamo che non sia opportuno realizzare un progetto di questo tipo nella nostra valle. Le condizioni morfologiche sfavorevoli unite alle emissioni di un vero e proprio inceneritore metterebbero a dura prova la nostra salute. Inoltre ne risentirebbe anche tutto quel bel percorso unitario di comprensorio che sta tentando di sponsorizzare turisticamente la “valle del bello e del buono”. Ovviamente alla lotta per dire no al pirogassificatore si deve aggiungere la lotta per il mantenimento dei posti di lavoro degli operai K.M.E. poiché siamo convinti possano esistere le condizioni di coesistenza tra il mantenimento del lavoro e la salvaguardia dell’ambiente.

7) La prima cosa che farete in caso di vittoria?

Probabilmente la prima cosa da fare su Fosciandora è continuare il cammino di ascolto della popolazione, che potrebbe svolgersi in serate specifiche fatte nelle varie frazioni. Questa sembra una banalità ma voglio che da subito venga utilizzato il metodo del coinvolgimento e dell’ascolto.

8) Tre motivi per cui i cittadini dovrebbero votare la vostra Lista

Credo che ci dovrebbero votare perché garantiremo la salvaguardia della comunità e del Comune di Fosciandora; abbiamo idee innovative unite alla forza e alle competenze per poterle attuare; possiamo generare sviluppo e stabilità, salvaguardando l’ambiente.

Simone Alex Sartini

Share