17 luglio 1988 ore 06.10
La prima delle due esplosioni consecutive della Farmoplant.
La nube tossica che si innalza sopra il cielo ripresa dalle nostre montagne.
Ricordare per non dimenticare!

Farmoplant era il nome di un’azienda di Montedison, fondata nel 1976 con sede a Milano e specializzata nella produzione di fitofarmaci. Venne messa in liquidazione nel 1988 e chiusa definitivamente nel 1991.
Farmoplant era anche il nome dello stabilimento controllato dall’azienda nella città di Massa, dove venivano prodotti diversi fitofarmaci. Ci furono  numerosi incidenti nel corso degli anni.

L’incidente più grave si ebbe il 17 luglio 1988 quando due esplosioni — la prima alle ore 6:10; la seconda alle ore 6:15 — innescarono un incendio alle 06:20 che andò ad interessare un serbatoio contenente l’insetticida ROGOR. Da esso si sprigionò una nube tossica che si diffuse nelle zone limitrofe di Marina di Massa e Marina di Carrara e parte della Versilia, per un raggio di 2000 km² I vigili del fuoco domarono l’incendio entro le 10:00 del giorno stesso.

Le zone più colpite dall’inquinamento ambientale causato dall’incendio furono Marina di Massa e Marina di Carrara.

Purtroppo, ancora oggi, si parla di bonifica di alcune zone limitrofe allo stabilimento.

Tra il 1976, anno dell’apertura dello stabilimento— ed il 1991, anno della chiusura definitiva — all’interno della Farmoplant, si verificarono 42 incidenti. Tra questi, 2 risultarono mortali per due lavoratori all’interno di esso.

 

Share