11 luglio 1979 mentre rientrava a casa la sera venne assassinato l’avvocato Giorgio Ambrosoli,

 

che indagava in qualità di commissario liquidatore, sulla Banca Privata Italiana di proprietà di Michele Sindona. Il killer, l’americano William Joseph Aricò, lo avvicinò e gli sparò 4 colpi di pistola.
Per il delitto furono condannati all’ergastolo, quali mandanti, Sindona e il mafioso e trafficante di droga italo-americano Robert Venetucci.

fonte focus storia

Share