teatro di san girolamo la cluster in concerto, venerdi 13 luglio

 

Il  secondo corso internazionale di composizione per  opera lirica italiana “Giacomo Puccini” , organizzato dalla Associazione Cluster di musica contemporanea, sta volgendo al termine. Venerdì 13 , alle ore 18, sarà messa in scena al Teatro di San Girolamo la pop opera della compositrice albanese  Olsa Taqi per soprano e pianoforte. Si tratta di un lavoro presentato come progetto operistico durante il corso dell’anno passato e perfezionato dal docente di composizione, nonché direttore artistico della Cluster, Girolamo Deraco.

 

Un’opera- studio della durata di circa 30 minuti la cui trama rappresenta , in chiave moderna, il famoso “peccato originale” tra Adamo ed Eva  partendo dal morso della mela fino ai vari riferimenti storici sulla mela nel corso dei secoli . Primo tra tutti Guillaume Tell . Interpreti saranno il soprano Maria Elena Romanazzi, artista di livello internazionale e docente di canto lirico nel corso della Cluster, e il pianista lucchese Stefano Teani, socio della Cluster in qualità di compositore, che a maggio ha messo in scena in prima assoluta,  nel Teatro di San Girolamo, “S’è desta?”, allegoria per soprano, pianoforte e fixed media.

 

Questo lavoro appartiene al corso del 2017. . Anche quest’anno il numero dei compositori che si sono iscritti provengono da varie parti del mondo (Russia, USA, Gran Bretagna, Italia) . Ciascuno col proprio progetto operistico che sarà messo in scena l’anno prossimo in San Girolamo secondo un accordo che lega la Cluster al teatro del Giglio. Una sinergia che permetterà di realizzare un percorso , dedicato all’opera lirica contemporanea, costruito, sviluppato e realizzato  internamente nella nostra città, prima di essere esportato in varie parti del mondo. Vedi i validi accodi realizzati col Messico, Paraguay, Argentina , dove la Cluster ha organizzato con grande successo il Corso di opera lirica , realizzato in collaborazione con la Fondazione Banca del Monte di Lucca che, attraverso il suo presidente Oriano Landucci, ha supportato l’iniziativa sin dall’inizio. Collaborano inoltre al corso di opera lirica italiana la Fondazione Giacomo Puccini, il Bartok Opera Festival di Budapest e il Club Unesco di Lucca. Durante il pomeriggio musicale saranno raccolti fondi per la campagna di co-action dell’Unesco per la ricostruzione dell’Università di Mosul distrutta dall’Isis, aderendo alla campagna mondiale di supporto al patrimonio  dell’umanità abbattuto da eventi bellici. Ingresso libero.

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi