Santini “L’ennesimo pasticcio di Tambellini e della sua giunta rischia di impedire la pratica sportiva a centinaia di ragazzi e a meritorie società sportive”
“Se eletto sospenderò il bando sulle strutture sportive emesso il  9 giugno”
 
Il candidato a sindaco Remo Santini mette in evidenza un grande problema per diverse società sportive che rischiano di non poter svolgere la propria attività a causa di un provvedimento della giunta Tambellini fatto l’ultimo giorno.
 
“Ogni giorno scopriamo qualche pasticcio, o peggio, dell’attuale amministrazione guidata da Alessandro Tambellini. Situazioni grottesche che autorizzano a pensare male, anche se certe valutazioni non spettano a noi .
Il nostro compito è quello di segnalare una questione dai tratti inspiegabili che rischia di mettere in ginocchio tante società sportive che da anni permettono a centinaia di giovani di giocare a pallone e fare sport in sicurezza e qualità.
A minacciare il proseguimento della loro attività un bando emesso il 9 giugno, con scadenza il 10 luglio, per l’affidamento per 10 anni almeno della gestione degli impianti, condizione necessaria e non derogabile per prendere parte ai campionati ma anche per svolgere settimanalmente l’attività sportiva.
Per scoprirlo c’è voluta la segnalazione preoccupatissima dei presidenti di 6 società sportive che giocano e si allenano sui campi di S.Filippo, S.Cassiano, Henderson, S.Concordio, S.Anna ( dove gioca l’Aquila) a Gianluca Ghiglioni, che è stato diversi anni fa assessore allo sport e che, evidentemente, continua a essere punto di riferimento del mondo sportivo lucchese grazie alla sua opera trasparente e efficace, non certo come quella della giunta Tambellini.
L’affrettata comunicazione diffusa in tarda serata di ieri alla stampa, probabilmente saputo della rivolta dei presidenti, è il classico esempio della toppa peggiore del buco, uno dei tanti esempi di come è stata amministrata Lucca in questi anni.
Come mi ha spiegato bene Ghiglioni, questo bando fa acqua da tutte le parti ed è incomprensibile che si sia arrivati all’ultimo giorno utile per emanare un provvedimento di questa natura, avendo avuto ben cinque  anni per perfezionarlo . Intanto perché 5 o 6 campi solamente e non tutti? Perché nel computo delle condizioni che danno diritto ai punti ci sono solo i giocatori fino a 14 anni, quando il settore giovanile arriva a 18 e, per chi ha la squadra  Juniores, anche a 19?
Insomma, un grande pasticcio che potrebbe portare tante società a avere difficoltà a iscriversi, senza contare che l’elemento della fidejussione per interventi futuri alla struttura potrebbe essere discriminante, fra l’altro non considerando i lavori fatti fino a oggi per la determinazione dei punteggi.
I presidenti hanno annunciato una mobilitazione nella prossima settimana, per quanto mi riguarda posso dire che se il 25 Giugno i cittadini di Lucca mi daranno il loro voto, sospenderò gli effetti del bando, riservandomi di procedere con una ampia consultazione per trovare il sistema migliore per assegnare gli impianti e , come è previsto nel nostro programma, lavorare per migliorare la stessa configurazione degli impianti, coinvolgendo i privati e facendoli vivere molto di più di ora, integrando altre funzioni. Tutti insieme ce la possiamo fare.
Remo Santini, candidato a sindaco di Lucca

FacebookTwitterGoogle+Condividi