Divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli Anticipato a martedì’ 20 giugno nelle province di Massa Carrara e Lucca. il periodo a rischio per lo sviluppo di incendi boschivi. La decisione della Regione fa seguito ad un analogo provvedimento che anticipava al 10 giugno il divieto di accensione fuochi nei territori delle altre otto province toscane (Arezzo, Grosseto, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato, Siena e Città Metropolitana di Firenze).  L’anticipo del periodo di divieto rispetto alla data stabilita dell’1 luglio è stato deciso dalla Regione per il perdurare di condizioni meteo-climatiche favorevoli allo sviluppo e propagazione di incendi boschivi.

FacebookTwitterGoogle+Condividi