progetto per la tutela delle specie rare in Toscana zoologiche e botaniche

036-49-0

E’ stato recentemente avviato un progetto della Regione Toscana volto al monitoraggio e alla tutela delle specie zoologiche e botaniche a rischio di estinzione nel nostro territorio. Il progetto è stato battezzato Monito-rare ed è attualmente gestito dagli esperti delle Università di Firenze, Pisa e Siena.

Sono circa una cinquantina, le specie d’interesse naturalistico inserite nel programma; fra esse, piante in via di scomparsa come il pungitopo e il quadrifoglio acquatico (che ormai, tranne poche eccezioni, sopravvive esclusivamente in alcuni piccoli bacini della provincia di Pisa), e animali minacciati dall’inquinamento e dai cambiamenti climatici come rane e salamandre.

Il progetto è stato presentato a Firenze in occasione del convegno “Governare la biodiversità”, dove sono stati anche discussi gli obiettivi dell’iniziativa; i dati che verranno raccolti da Monito-rare andranno poi a confluire in un apposito rapporto redatto dal ministero dell’Ambiente, così come richiesto dalla direttiva Habitat della Commissione Europea.

“Per la prima volta, in Toscana, sperimenteremo sul campo i metodi di monitoraggio stilati dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, applicandoli a circa cinquanta specie di animali e piante” ha dichiarato il dottor Gianni Bedini, responsabile del progetto per l’Università di Pisa.

di claudio vastano

 

Share