Nasce “Porcari Agricola”, progetto per restituire  dignità alla sua antica vocazione storica

Porcari Agricola

Porcari è diventato negli anni il più fiorente comprato industriale della Provincia di Lucca, ma non per questo dimentica la sua antica vocazione agricola. Con queste premessa nasce “Porcari Agricola”, progetto voluto dall’amministrazione Fornaciari e coordinato dal consigliere con delega all’agricoltura Pietro Ramacciotti, con il quale si intende riportare in primo piano il lavoro della terra restituendo dignità alle aziende che operano in questo settore. Perché si può essere “contadini” e vivere dignitosamente, svolgendo anche un servizio alla comunità perché l’agricoltura rappresenta l’avanguardia per la difesa del territorio

Il progetto sarà presentato domenica 10 dicembre alla Fondazione Lazzareschi in piazza Felice Orsi nel corso di una giornata tutta dedicata all’agricoltura. “Partiamo dal nostro passato per dare nuova prospettiva al futuro – dice Ramacciotti -, con l’obiettivo di riscattare l’attività agricola restituendole il legittimo ruolo, in un progetto di ricoperta e di conoscenza, senza cadere in luoghi comuni o in percorsi alla moda. Intendiamo invece avvalerci della nostra grande tradizione per aprirci a nuove prospettive che riportino la nostra agricoltura e tutti coloro che operano nel settore a dimostrare che anche oggi si può essere “contadini” e vivere dignitosamente”.

La giornata si aprirà alle 15.30 con i saluti delle autorità, a cui seguiranno la relazione sullo stato dell’arte dell’agricoltura a Porcari curata dal presidente della Cia Toscana Nord Pietro Tartagni e le testimonianze di alcuni imprenditori locali. Dopo il dibattito, Andrea Bartalesi presenterà un dipinto che illustra il passaggio del territorio porcarese dall’agricoltura all’industria. La giornata si chiuderà con una degustazione gratuita di prodotti locali e le caldarroste offerte dal gruppo Alpini di Porcari con musiche e balli a cura della scuola Emozione Danza.

FacebookTwitterGoogle+Condividi