L’incontro è promosso dalla Provincia insieme con Lucense e il patrocinio di Confindustria Toscana Nord

MOBILITA’ SOSTENIBILE NELLE AZIENDE: IL 27 APRILE A PALAZZO DUCALE

L’AVVIO DEL PERCORSO DI ASCOLTO DEL PUMS

Saranno illustrati esempi di buone pratiche di mobilità sostenibile per aziende ed enti pubblici

grazie alla presenza docenti universitari, consulenti esperti e professionisti del settore

Entra nel vivo il lavoro preparatorio del PUMS, il Piano urbano della mobilità sostenibile, strumento che si pone l’obiettivo, coinvolgendo enti pubblici e altri soggetti rilevanti, di implementare politiche e misure di mobilità costruite in base a criteri di sostenibilità e finalizzate al benessere degli abitanti nonché al buon funzionamento delle attività produttive e di servizio. In questo modo la mobilità viene vista come un insieme correlato di azioni che si sviluppano e coordinano coi Piani urbanistici del territorio per far fronte alle esigenze di mobilità di chi vive le città e i territori.

Venerdì 27 aprile, infatti, è in programma a Palazzo Ducale (sala Accademia dalle 9.00) il primo incontro del percorso di ascolto del Piano urbano e, in particolare, si tratta del primo appuntamento di formazione e di ascolto con le aziende del territorio provinciale.

L’evento, infatti, è promosso dalla Provincia in collaborazione con Lucense e con il patrocinio di Confindustria Toscana Nord e vi parteciperanno esperti di mobilità sostenibile, mobility management anche di livello nazionale. Nell’occasione, inoltre, verranno illustrate proposte, esempi di buone pratiche di mobilità sostenibile per aziende ed enti pubblici grazie alla presenza di importanti società di consulenza, professionisti come RWA Consulting, Up2go, Five-Wayel, esperti di Welfare Aziendale, Smartworking, Mobilità Sostenibile, car pooling aziendale, e-bike.

Il Pums è un piano a lungo raggio con un orizzonte temporale di 15-30 anni che punta all’adozione di precise strategie e interventi su un tema delicato come quello della mobilità sostenibile tenendo conto dell’attuale rete stradale e ferroviaria, dell’inquinamento acustico e atmosferico, dei cambiamenti climatici, delle emissioni che andranno comunque a ridursi progressivamente e dei problemi di trasporto legati in particolare alle zone urbane e alle aree densamente abitate.

I lavori dell’incontro sul Pums saranno aperti dai saluti istituzionali del presidente della Provincia Luca Menesini e dal presidente di Confindustria Toscana Nord Giulio Grossi. Poi si passerà agli interventi più tecnici che cominceranno con il contributo dell’arch. Francesca Lazzari, dirigente della Provincia di Lucca che introdurrà i contenuti della giornata. Successivamente si parlerà di mobilità sostenibile con Stefan Guerra (Lucense), Gabriele Bollini (Università di Modena e Reggio Emilia) e di shared mobility con Maria Rosa Vittadini (Università IUAV di Venezia).

La seconda parte sarà incentrata sulla figura professionale del mobility manager e sulle proposte alle imprese con l’apporto di docenti universitari, società di consulenze ed esperti del settore.
L’incontro di Palazzo Ducale rientra nel percorso di ascolto dei cittadini e di confronto con i gruppi di interesse perché sono proprio le esigenze delle persone al centro della strategia di fondo che regola gli indirizzi del Pums.

FacebookTwitterGoogle+Condividi