Michelangelo a Seravezza: successo per l’evento organizzato dal Comune alle Scuderie Granducali20180414_tavola-rotonda-michelangelo_video

Teatro gremito stamani alle Scuderie Granducali per il primo evento promosso dal Comune di Seravezza nel calendario delle celebrazioni per i cinquecento anni di Michelangelo Buonarroti in Versilia. Pubblico numeroso – molti gli studenti – per un interessante approfondimento curato dagli studiosi Leopoldo Belli, Caterina Rapetti e Costantino Paolicchi del periodo storico e delle vicende che caratterizzarono la presenza del grande scultore nel nostro territorio fra il 1518 e il 1520. Un’esperienza al tempo stesso esaltante e tormentata, che avrebbe dovuto portare al compimento del progetto michelangiolesco per la nuova facciata marmorea della basilica di San Lorenzo a Firenze, ma che si risolse purtroppo con un insuccesso. Una bruciante delusione, un “tragedia” artistica e personale per Michelangelo – come hanno evidenziato gli esperti – che tuttavia fu importantissima per il successivo sviluppo culturale, territoriale ed economico della Versilia, con il definitivo collegamento dell’entroterra al mare e l’avvio dello sfruttamento dei giacimenti marmiferi del Monte Altissimo.

«Apriamo oggi una serie di eventi che ci accompagneranno per tre anni sulle orme di Michelangelo», ha detto il sindaco Riccardo Tarabella. «Un percorso che portiamo avanti congiuntamente con le altre amministrazioni della Versilia Medicea e che ci permetterà di mettere in luce i molti aspetti e le molte conseguenze della presenza dell’illustre artista in particolare a Seravezza e sui nostri monti. Una presenza che contribuisce ancor oggi a definire in modo molto preciso la nostra identità e il nostro patrimonio culturale».

Tra le autorità intervenute all’evento di questa mattina, il sindaco di Stazzema Maurizio Verona e la vicesindaco di Forte dei Marmi Graziella Polacci.

 

Share