LUCCA – OPERAZIONE “PROMESSI SPOSI”

Questa mattina, la Sezione Criminalità Organizzata della Squadra mobile, coadiuvata dalle Squadre Mobili di Prato e Treviso, da personale del Commissariato di Conegliano Veneto (TV) e dal Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, ha eseguito, a Lucca, Montemurlo (PO) e Tarzo (TV), un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nei confronti di 4 persone.

Sono state eseguite, inoltre, nove perquisizioni nei confronti di altrettanti indagati.

L’indagine ha messo in luce un sodalizio criminale ben strutturato, operante tra l’Italia ed il Kosovo, stabilmente dedito a favorire unioni coniugali fittizie tra giovani kosovari e donne di etnia sinti, allo scopo di procurare ai primi permessi di soggiorno per motivi di famiglia e, successivamente, permessi di dimora in Svizzera.

Per l’organizzazione di ciascun matrimonio, il sodalizio richiedeva ai kosovari 25/30 mila euro e corrispondeva alle future spose 5/6 mila euro.

 

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio al chiuso

Share