Logo_Lista_Siamo_Lucca_Remo__Santini Con Santini potenziamento dell’assistenza domiciliare integrata e agevolazioni tariffarie”
Lucca in Movimento per Remo Santini Sindaco interviene sul ruolo della famiglia e ricordando i punti programmatici che vanno nella direzione della sua assistenza e agevolazioni.
In momenti così difficili è più che mai fondamentale il ruolo della famiglia che in certi casi può rappresentare e spesso rappresenta il vero ammortizzatore sociale. La crisi economica, la disoccupazione, particolarmente quella giovanile, la quasi scomparsa del ceto medio, lo scivolamento nella fascia di povertà di alcune categorie di cittadini, obbligano le istituzioni ad ogni livello a ripensare il modello di welfare, in  cui la famiglia sia al centro degli interventi pubblici e quindi principalmente del comune, che conosce più da vicino i bisogni.
Le risorse, alquanto limitate, vanno utilizzate con parsimonia in un nuovo rapporto pubblico-privato sociale secondo il principio di sussidiarietà in cui la famiglia diventi soggetto attivo con contributi diretti, nel rispetto delle procedure previste dalle vigenti leggi. Raggiungendo così il duplice scopo di dare alle famiglie libertà di scelta sia per l’educazione e la formazione dei giovani che per l’assistenza agli anziani, che potrebbero essere assistiti a domicilio nel proprio ambiente di vita, scaricando così le strutture pubbliche da oneri troppo pesanti.
L’Amministrazione Tambellini, invece, ha scelto di dare in concessione tutta la gestione delle Residenze per Anziani, una specie di privatizzazione disumanizzante e socialmente mortificante.
Noi, in piena intesa con il programma di Remo Santini, vogliamo cambiare questa impostazione anche con il potenziamento dell’assistenza domiciliare integrata e con le agevolazioni tariffarie dei vari servizi per le famiglie numerose o con disabili. Sarà questa la linea di azione di Remo Santini, se diventerà sindaco di Lucca, con grandi vantaggi per i cittadini e le famiglie”.
 
Lucca in Movimento per Remo Santini Sindaco
 

FacebookTwitterGoogle+Condividi