IL PAESE DI AQUILEA, E LA SUA FAMOSA ZUPPAAquilea

Aquilea dal latino “Aquilius” e “Aquilia”, piccolo borgo di origine romana in epoca medievale nella sua parte più in alto del colle ospitò un castello, ceduto nel XII secolo a Lucca dal suo signore Ubertello, durante gli eventi bellici della seconda guerra mondiale il castello e la sua chiesa secentesca dedicata a S.Lorenzo trovandosi lungo la Linea Gotica caddero in rovina.

Oggi del castello rimangono poche tracce identificabili in un tratto di mura (lato sud) e nei ruderi della torre campanaria, della chiesa possiamo ammirare solo le quattro pareti (la pavimentazione e il tetto sono andati distrutti).

La nuova chiesa ricostruita più in basso venne consacrata nel 1948, al suo interno conserva dei manufatti provenienti dalla vecchia struttura come un frammento di architrave (VIII – IX secolo) arricchito da sette rosette scolpite fra altrettante corone e un’antica mensa (lastra di pietra collocata orizzontalmente nella parte superiore dell’altare), con inciso su un lato una croce Longobarda del VII secolo con alla base le lettere alfa e omega

Da visitare:  Il borgo e le rovine dell’antico castello poste sulla cima del colle, dal quale è possibile ammirare l’intera Piana di Lucca

FacebookTwitterGoogle+Condividi