19221600_1440991859277418_2976932598039110927_o

 Il Monte Palodina luogo dei mille misteri. La leggenda del “lucertolone verde”

Le antiche leggende sono quelle che ci tramandano i nostri avi, fatte di credenze ataviche. A queste se ne affiancano di nuove, quelle metropolitane, e anche in Garfagnana – in cui non ci sono grandi città – vi è un luogo molto adatto al fiorire di queste ultime: si tratta del Monte Palodina, che dall’alto dei suoi 1171 metri divide le Valli della Turrite Cava e della Turrite di Gallicano, vero terrazzo naturale sulla Valle del Serchio. Il posto è da sempre frequentato da escursionisti, cercatori di funghi e cacciatori, e proprio uno di questi balzò – suo malgrado – agli onori della cronaca nel lontano 1987. Il fatto ha dell’incredibile ma ancor sono oggi in molti a ricordare G.F., il cacciatore che si trovò di fronte a un grosso essere squamoso alto più di due metri e con testa di rettile – di fronte al quale fuggì a gambe levate. La notizia fu ripresa dalla RAI e da allora il Palodina diventò una sorta di X Files. Seguirono molte indagini ma del lucertolone non rimase traccia, a testimonianza dell’accaduto non restò altro che il fucile del povero G.F., distrutto e stranamente piegato.

FacebookTwitterGoogle+Condividi