Concerto di canto gregoriano a Borsigliana di Piazza al Serchio

Domenica 13 agosto, alle 18,30,  significativo appuntamento  culturale e musicale nella chiesa di Santa Maria Assunta, a Borsigliana,  in comune di Piazza al Serchio, con il concerto di canto gregoriano del  quintetto dei  Cantores Lucenses  (Bagni di Lucca), composto  da  Fabrizio Nicoli direttore, Tommaso Nicoli al clavicembalo,  Michele Bianchi, Giulio Brandani e Angelo MarabitaChiesa_S.Maria_Assunta_1

. L’evento , ad ingresso libero, è  promosso  dalla Parrocchia,  Associazione di volontariato   Civitas Borsigliana,   con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di  Piazza al Serchio.  Questo il programma  con brani che vanno dal XV al XVIII secolo:  Conditor alme siderum di  G. Dufay,  Verbum caro, Adoramus te Christe, Ad te perenne gaudium di O. Di Lasso, Salve Virgo di  A. Banchieri, Exaudisti Domine di  A. Cifra, Kyrie; dalla Missa cum jubilo, Gaudeams omnes e Florete flores da In solemnitate Ss. Rosarii,  Panis dulcissime  di G. B. Martini, Urania di J..C. F. Fischer, Sonata in Re maggiore K.119 di  D. Scarlatti, La Forqueray di   J. Duphl,  Les Fastes de la grande et ancienne Mxnxstrxndxsx (Ménéstrandise) di  F. Couperin, La marche des Scythes di  P. Royer, Ave maris stella di  Hymnus.

I  Cantores Lucenses,  fondati nel 2002 , diretti da Fabrizio Nicoli,  hanno iniziato l’attività concertistica nel 2004, incidendo successivamente con il maestro Eliseo Sandretti il Cd “Organo e Canto Gregoriano”.  Hanno partecipano in due occasioni alla sagra musicale lucchese con l’organista Giulia Biagetti. Nel 2007 sono stati insigniti dal gruppo I. Rosellini e dal Club Unesco di Lucca del premio “T. Dempster” per la straordinaria opera di diffusione della cultura musicale. Nel 2013 sono stati ospiti a Bruxelles dell’Associazione Lucchesi nel Mondo e nella  Collegiale di St. Pierre et Guidon di Anderlecht hanno accompagnato con il canto la Messa. Attualmente, oltre a svolgere attività concertistica, prestano servizio liturgico, in occasione delle principali festività, presso la chiesa di San Frediano a Chifenti.

 Il giovane  Tommaso Nicoli, classe 1997, ha studiato prima  sotto la guida del padre Fabrizio Nicoli. Poi  organo e clavicembalo sotto la guida del maestro Eliseo Sandretti e dal  2014 si dedica allo studio del pianoforte con il maestro Riccardo Pieri.  E’ ammesso  al Triennio di I Livello di Clavicembalo al Conservatorio “G. Puccini di La Spezia” e studia clavicembalo sotto la guida del maestro Valentino Ermacora. Si è perfezionato con Ludger Lohmann, Guy Bovet, Erwin Wiersinga, Theo Jellema, Umberto Pineschi, Roberto Menichetti per l’organo e con Christophe Rousset per il clavicembalo. Fa parte anche dell’ ensable barocco “Il Giardino di Armida” del maestro Pietro Consoloni in qualità di basso continuo.  

                            

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi