CASTAGNACCIO ALLA GARFAGNINA12524350_922574844508429_6504506514382320058_n

Ricetta tipica della Garfagnana raccontata in vernacolo come me l’ha
detta la signora Coradina.
Pijate della farina di neccio (castagne) passatela allo staccio (setacciate) per levaji i bruschi, mettetela ind’un catin, mettetici anco un cucchiare di succaro che ci stà ben e un pezzichin di sale, ora mestate ben (mescolate), pò fate un buchetto nel mezzo e ‘nviate a mettici l’acqua, girate e impastate sempre aggiungendo l’acqua fin a rivà a una crema morbida.
Ora ungete una teglia coll’oglio, versate l’impasto che sii erto pogo più dun dito, due eden troppi, mettetici sopre un bel giro d’oglio, le bucce dell’aranci tagliuzzate, le noce tritate grosse, e un popò di tremarin (rosmarino), ma propio una ventina d’aghi no di più.
Ora inseccatela in del forno e cocete finchè un la vedete screpolassi.
Qué mostri del ‘lucchesi, loro ci mettin le pinole e noi un l’abian e si dobian arangià… qualchedun m’han ditto ci mette perunfin l’uvetta ma gosta cara e io la pio solo quando faccio la pasimata.
di ezio lucchesi

FacebookTwitterGoogle+Condividi