Canale Nuovo a San Colombano, zona nord del Capannorese, il Consorzio al lavoro dalla notte per uno straripamento all’altezza di un tratto tombato

E’ in corso, fin da stanotte, l’intervento che il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord sta compiendo sul Canale Nuovo, a San Colombano, nella zona nord del Capannorese. E’ infatti stato infatti registrato un copioso straripamento di acqua da questa importantissima arteria idraulica, di derivazione dal Condotto Pubblico e quindi dal Serchio, che assicura l’irrigazione alle colture di molte frazioni di Capannori e anche l’approvvigionamento alle cartiere del Porcarese. Il tratto interessato è quello a monte dell’incrocio tra via delle Ville e via dei Gheghi, proprio all’imbocco di un lungo tratto tombato del canale: l’acqua fuoriuscita dall’alveo fino alla resede stradale, è stata molto copiosa, anche se al momento non si segnalano danni a cose o persone.

“I nostri uomini e mezzi sono intervenuti non appena è stata segnalata la problematica – spiega il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – Per bloccare lo straripamento, si è reso necessario interrompere l’afflusso dell’acqua fin dall’incile del Pubblico Condotto, e aprire una cateratta in via del Giardinetto, per alleggerire la pressione. I nostri operatori stanno ancora compiendo i rilievi tecnici, utili ad accertare le cause di quanto accaduto. Il fatto che l’esondazione sia stata registrata a monte di un tratto tombato, e che a valle di questo l’acqua che scorre sia molto più ridotta, fa pensare all’accumulo di materiale proprio all’altezza di questo punto. Solo un paio di anni fa, in una circostanza del tutto simile, quando compimmo l’ispezione del tratto chiuso, trovammo incastrati un tavolino di plastica e tre sedie impilate, gettati nel canale da qualche incivile: che aveva finito col creare danni analoghi a quelli registrati oggi. Nei prossimi giorni, capiremo se ci troviamo di fronte ad una circostanza similare”.

Il Canale Nuovo

Share