Borgo. Il sindaco Andreuccetti: “In questi due anni abbiamo diminuito il debito residuo di quasi 470.000 euro e allo stesso tempo abbiamo fatto investimenti importanti come quelli sulla scuola media e il campo sintetico”

In questi anni abbiamo mantenuto un preciso impegno preso con i cittadini durante la campagna elettorale: fare investimenti e allo stesso tempo diminuire il debito residuo dell’ente”- a spiegarlo in una nota è il sindaco di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti- “Quando la nostra amministrazione è subentrata il debito residuo del comune, cioé l’ammontare complessivo dei mutui contratti in passato, era di9.075.078,08 euro. A fine 2016, dopo due anni e mezzo di mandato, sarà di 8.607.143,39 euro. Siamo quindi riusciti a far scendere il debito di 467.934,69 euro, ossia di più del 5%, senza tuttavia rinunciare ad investimenti. E’ opportuno precisarlo: contrarre mutui non è di per sé un male, anzi, significa investire per opere sul territorio, ma può diventare problematico se a questi non corrispondono anche finanziamenti da enti sovraordinati e soprattutto se se ne contraggono troppi senza che altri vadano a scadenza. Al momento del nostro insediamento era troppo il debito complessivo e troppo alta la rata che pagavamo ogni anno, ben superiore agli 800.000 euro, tanto da ingessare l’ente non solo nell’impossibilità di fare nuovi investimenti ma anche nella difficoltà di chiudere il bilancio stesso. Abbiamo quindi rinegoziato alcuni mutui per rendere la rata annuale più sostenibile e contemporaneamente abbiamo fatto investimenti oculati come quelli per la scuola media e il campo sintetico al Parisotto che, per la loro portata, sono compatibili con i mutui che andavano a scadenza, tanto da farci investire e allo stesso tempo ridurre il debito residuo di una percentuale importante.”

 

Share