Appoggio di Siamo Pietrasanta ad Alberto Giovannetti Sindaco, senza nulla chiedere in cambio.

Daniele Mazzoni scioglie finalmente la riserva sul ballottaggio per le amministrative di Pietrasanta, del 24 giugno prossimo, nel massimo rispetto di quello che è stato, fino adesso, il suo progetto elettorale.  Queste le parole giunte attraverso la pagina facebook di SIAMO PIETRASANTA.

Ballottaggio domenica 24 giugno #Pietrasanta, per la lista civica Siamo Pietrasanta, la cosa che conta è l’attuazione del programma. 1900 cittadini hanno creduto nel programma e nelle persone. Vogliamo attuare il nostro programma per far crescere la nostra amata Pietrasanta.

Come avevamo promesso, non abbiamo fatto né accordi né accordicchi in cambio di poltrone.

Ci siamo confrontati, come da mandato del gruppo Siamo Pietrasanta, con entrambi gli schieramenti in campo per verificare l’ipotesi di un eventuale apparentamento.

Anche questa mattina sono state fatte molte considerazioni sulla nostra possibile scelta, ma a questo punto è arrivato il momento di confermare, che il nostro unico interesse è il bene di Pietrasanta e dei suoi cittadini tramite il nostro programma.

I colloqui con entrambe le parti hanno confermato che ci sono molti punti in comune con il programma delle liste a sostegno di Alberto Giovannetti.

Resta invece distanza con i temi della sinistra, come l’immigrazione e quella che ho sempre definito la falsa accoglienza, che sono molto lontani dalla linea politica di Siamo Pietrasanta.

Per questi motivi, e senza nulla chiedere in cambio, abbiamo dato disponibilità di massima per un appoggio di Siamo Pietrasanta ad Alberto Giovannetti Sindaco, subordinata all’inserimento nel programma di mandato di Giovannetti dei punti cruciali del progetto di Siamo Pietrasanta:

– immediata revoca della domanda del commissario per l’ACCOGLIENZA dei 30 migranti
– taglio dei COSTI DELLA POLITICA che gravano sui cittadini di Pietrasanta
– una SCUOLA più al passo con i tempi con servizi di pre-scuola e doposcuola, attenzione ai bambini con bisogni speciali e apertura a Pasqua e Natale di spazi per i bambini mentre le famiglie lavorano.
Altri temi imprescindibili sono una politica chiara e netta sull’ambiente con la chiusura immediata di CAVA FORNACE e la valorizzazione di MARINA DIPIETRASANTA realizzando, tra gli altri interventi, la “Via dell’Arte” nell’attuale via Versilia.

Share